Inserito in: Sport
21/02/2013

La valigia per la settimana bianca

Autore:

Per chi è un habitué della settimana bianca, questo è il momento più bello dell’anno in vista di relax al sole, di romantiche baite di montagna, di tisane e cioccolate calde davanti al camino, di discese e risalite sulla neve con sci o snowboard. Ma per chi è alle prime armi o peggio ancora non è mai andato in montagna se non per prendere un po’ di tintarella invernale, scegliere cosa mettere in valigia può dimostrarsi davvero un’impresa ardua. Se si è ancora digiuni della pratica sciistica, è molto probabile che si sia sprovvisti di un’attrezzatura completa.

Nessun problema: tutti gli impianti forniscono a noleggio scarponi, sci o snowboard, e caschi per i più piccoli (obbligatorio per i minori di 14 anni). Ma per quanto riguarda l’abbigliamento specifico per sciare, non c’è via di fuga: bisogna avere una propria tuta. Farsela prestare da amici o parenti può essere un escamotage per una giornata in pista, non per una settimana intera. Alla fine avere un pantalone striminzito e un giubbino troppo corto che lascia scoperto mezzo busto o, viceversa, una tuta ingombrante con maniche troppo lunghe che rendono difficoltosi i più semplici movimenti non è la soluzione più giusta per un pieno relax. E poi, diciamocelo, si possono trovare ottime soluzioni anche a prezzi abbordabili, quindi meglio acquistare la divisa più appropriata alle proprie necessità. Fidatevi! È un investimento per il futuro: chi va in settimana bianca, ci vuole tornare…

Per una questione di praticità, per le donne è meglio munirsi di uno spezzato giacca-pantalone, mentre per gli uomini la classica salopette è perfetta (specie se maldestri: così non rischieranno di rimanere con la schiena scoperta durante i primi ruzzoloni). Mentre cappellini di lana o fascette paraorecchie sono facoltativi, sono praticamente d’obbligo dei guanti specifici per lo sci. Per i più freddolosi poi pantacollant e felpa di pile sono consigliati sotto la tuta. Certo, sempre senza esagerare: siete lì per fare movimento non per spaparanzarvi al sole e, per quanto non siate ancora dei professionisti, scivolare giù dalle piste potrebbe farvi accaldare notevolmente. Dismessi gli sci e le tute, per il resto della giornata sarà sufficiente un abbigliamento “a cipolla”, per potersi sfilare qualche strato quando si entra in baite o ristoranti molto riscaldati.

Cosa mettere nel beauty

Oltre al solito necessaire per il bagno, non bisogna dimenticare di mettere in valigia qualche cremina appositamente per l’occasione:
  • Una crema solare con protezione UV. Siete ad alta quota e i raggi solari possono essere davvero molto forti, quindi proteggere la pelle del viso è importante per non rischiare di sciupare la vacanza alla prima esposizione;
  • Un doposole: soprattutto se il danno ormai è fatto, meglio correre ai ripari la sera stessa per alleviare rossori e bruciature che vi potrebbero tenere all’ombra nei giorni successivi; Burro di cacao per le labbra. L’aria fredda e il vento possono screpolare le labbra rendendole secche e con pellicine antiestetiche (e a volte decisamente dolorose);
  • Crema mani. Anche le mani possono essere soggette a pelle secca e screpolata: è meglio, perciò, proteggerle prima di infilare i guanti e idratarle la sera;
  • Qualche medicinale di prima necessità. La prudenza non è mai troppa quindi meglio tenere a portata di mano un antipiretico per la febbre, un antinfiammatorio generico e una crema contro le distorsioni.

Ora che le valige sono pronte, non resta che augurarvi buon viaggio!
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

GLI ULTIMI COMMENTI
Seguici su Facebook