Inserito in: Alimentazione
27/03/2012

L'odore del cibo aiuta a perdere peso: l'esperimento del budino alla vaniglia

Autore:

Budino alla vaniglia

Un ricerca del Top Institute Food and Nutrition (Wageningen, Olanda), diretta dal dottor René de Wijk, propone una soluzione originale per perdere peso: variare l’intensità dell’aroma di un cibo, per ridurre la dimensione dei bocconi ingeriti. Partendo dall'assunto che i bocconi piccoli danno più rapidamente senso di sazietà rispetto ai bocconi grossi (e quindi fanno mangiare di meno).


Lo studio. Se fosse solo una questione di dimensioni?


Lo studio è stato condotto su dieci soggetti (sei maschi e quattro femmine), di età compresa tra i 26 ei 50 anni e con un "normale" senso dell'olfatto. La loro età media era di 36 anni e il loro indice di massa corporea (BMI) variava tra i 22 e i 30 kg/m2. Il prerequisito, per partecipare all'esperimento, era che i soggetti non avessero un'avversione particolare verso il budino alla vaniglia.

I ricercatori sono partiti dalla constatazione che la quantità di cibo introdotto, di volta in volta, in bocca varia da persona a persona, da cibo a cibo e anche, per uno stesso alimento, dalla variazione di certe sue proprietà, come la viscosità o la sapidità.
I cibi solidi, per esempio, richiedono una masticazione più lunga e sono consumati in porzioni più piccole rispetto a quelli semisolidi. Lo stesso vale per i cibi non abituali o per quelli che ci piacciono meno. Proprio perché la dimensione del boccone è attivamente regolata in risposta a fattori sensoriali, i ricercatori hanno pensato di studiarne la dinamica.


L'esperimento. Il budino alla vaniglia


Gli studiosi hanno somministrato ai partecipanti diverse porzioni di budino alla vaniglia, variando ogni volta l’intensità dell’aroma, ponendolo appositamente "sotto il naso" dei soggetti. Hanno così dimostrato, come compare sulle pagine della rivistaFlavour, che quanto più forte era il profumo tanto più piccole erano le porzioni di budino assunte (fonte). De Wijik ha così commentato:
 

Il nostro studio suggerisce che, manipolando l’odore di un alimento, si può ridurre del 5-10 per cento la dimensione del boccone. In questo modo si può imbrogliare l’organismo facendogli credere di essere sazio con una quantità minore di cibo, aiutandolo così a perdere peso.
 

In sintesi, aumentando l'intensità dell' aroma si riduce la dimensione del boccone.
Questo studio, che può sembrare alquanto bizzaro, si inserisce all'interno di un corposo filone di letteratura scientifica sull'alimentazione, che suggerisce che il controllo delle dimensioni del boccone di cibo ha un ruolo importante nella autoregolamentazione delle sensazioni alimentari e quindi un potenziale rilievo nelle diete per perdere peso.

 

Volete fare qualche esperimento fai-da-te?
Ecco la ricetta del budino alla vaniglia per 6 persone (circa 200 calorie a porzione):

Ingredienti:
750 grammi di latte,
4 uova,
150 grami di zucchero,
la buccia grattugiata di un limone (non trattato),
una bustina di vanillina,
30 grammi di maizena.

Preparazione:
Fate scaldare il latte in un pentolino a fiamma bassa e unite la vanillina. Montare le uova con lo zucchero e la buccia di limone grattugiata. Unite il latte a filo mescolando con cura. Cuocete a fiamma bassa fino a far addensare il composto.
Versate il tutto negli stampini da budino o in un solo stampo e fate rassodare in frigo per almeno otto ore, prima si servire.
Portate in tavola il budino alla vaniglia freddo accompagnato con frutta fresca di stagione o scaglie di cioccolato fondente.

Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

GLI ULTIMI COMMENTI
Seguici su Facebook